analisi-sangue-igea-s.antimo

Le analisi del sangue dovrebbero essere considerate una consuetudine perché sono fondamentali per tenere sotto controllo in modo completo il proprio stato di salute. Infatti, come buona regola, è bene che questi esami  vengano considerati come il primo passo per valutare lo stato fisico di ognuno di noi. Per questo Igea ha pensato a un’offerta a un costo accessibile a tutti. I Pacchetti Prevenzione Igea S.Antimo sono stati studiati per la prevenzione delle patologie maggiormente diffuse.

Controllo di base

Comprende le analisi di prima valutazione del benessere generale dell’organismo.

Ve ne spieghiamo brevemente il significato:

Azotemia

Si chiama così perchè misura la concentrazione nel sangue dei prodotti di rifiuto dell’organismo contenenti azoto. L’obiettivo di questo tipo di test è verificare il corretto funzionamento dei reni e soprattutto la capacità di questi organi di smaltire adeguatamente l’urea, una sostanza residua che viene prodotta attraverso lo smaltimento delle proteine da parte del fegato.

Glicemia

Con il termine glicemia s’intende la concentrazione di glucosio nel sangue. Il glucosio è fondamentale per l’organismo poiché è il nutriente essenziale per tutte le cellule che lo prelevano direttamente dal sangue. Un eccesso di glucosio, però, è da considerarsi un possibile sintomo di diabete.

Emocromo

L’emocromo (o esame emocromocitometrico) è l’esame più richiesto e comune. Misura il numero di cellule del sangue (globuli rossi, bianchi e piastrine) e la loro concentrazione nel sangue. Serve a valutare lo stato di salute generale e consente di sospettare o stabilire la presenza di alcune malattie. Quest’esame viene prescritto come esame di routine per individuare eventuali infiammazioni. In questo modo, il medico può accertare i suoi sospetti ed eventualmente prescrivere esami più mirati per definire un preciso quadro clinico.

Trigliceridi

Sono un valore di riferimento molto importante per il benessere, poiché insieme alla pressione sanguigna e al colesterolo costituiscono un indicatore fondamentale della salute del cuore. I trigliceridi sono una categoria di lipidi (o grassi) utilizzati dall’organismo come riserva energetica. Il nostro corpo converte in trigliceridi tutte le calorie che non ha bisogno di utilizzare immediatamente, immagazzinandole nelle cellule adipose. Durante la giornata, tra un pasto e l’altro, poi, gli ormoni regolano il rilascio dei trigliceridi per mantenere costanti i livelli di energia nell’organismo.
Se mangiando assumiamo costantemente più calorie (specialmente carboidrati e grassi) di quelle che bruciamo, però, i valori dei trigliceridi potrebbero innalzarsi pericolosamente e causare indurimento o ispessimento delle pareti delle arterie (aterosclerosi) con il rischio di sviluppare malattie cardiache.

Colesterolo LDL e HDL

La misura dei livelli di colesterolo nel sangue (colesterolemia) è uno degli esami che vengono prescritti con maggiore frequenza per valutare lo stato di del sistema circolatorio di una persona.
Eccessi di questi grassi, infatti, possono aumentare il rischio di insorgenza di patologie cardiovascolari, come infarto e ictus. Per valutare al meglio il rischio cardiovascolare, è particolarmente utile conoscere il rapporto tra colesterolo totale e HDL, che permette di considerare la quantità di colesterolo “buono”, rispetto a quello totale presente nel sangue.

I contenuti di questo articolo sono pubblicati solo a scopo informativo, pertanto non sostituiscono il parere del medico.

2019 © Copyright - Gestione Centro di Diagnostica Radiologia ed Ecografica srl - P.Iva 01330151216 - C.F. 04386980637 - REA 359055 - Cap.Soc. €224.000,00