devi-farti-una-tac-igea-s.antimo

Se devi fare una TAC con mezzo di contrasto, i motivi possono essere diversi. La TAC, infatti, consente di compiere indagini diagnostiche in patologie croniche, infiammatorie e oncologiche di tutte le parti del corpo.

Tomografia Assiale Computerizzata

La Tomografia Assiale Computerizzata viene impiegata in molti campi: neurologico, scheletrico, traumatologico, toracico, addominale, oncologico, ginecologico, vascolare e cardiaco. Le apparecchiature moderne consentono ricostruzioni delle immagini non solo sul piano assiale, ma su ogni piano,  visualizzando bene non solo gli organi interni del corpo umano, ma anche le arterie e le vene.

Per ricostruire le immagini, il lettino con il paziente viene introdotto in un tubo radiogeno che emette raggi X e gli ruota intorno continuamente, il lettino si muove in modo orizzontale in modo da consentire l’acquisizione di immagini di molte sezioni del corpo. Le immagini stratificate riproducono la parte del corpo che interessa come se fosse divisa in sottilissimi strati (Tac multistrato). 

L’esame è quindi indicato per lo studio dei parenchimi (tessuti specifici di organi quali encefalo, polmone, fegato, pancreas, reni, utero), dei vasi arteriosi (aorta) e venosi, dei tessuti molli (muscoli e tessuti connettivi), delle ossa e delle articolazioni.

Per sottoporsi alla TAC con mezzo di contrasto è necessario eseguire, come da norma di legge, alcuni esami del sangue utili a fornire informazioni in merito alla funzione del fegato e dei reni. Questi esami sono Azotemia, Glicemia, Creatinina, QPE (quadro proteico elettroforetico),  Catene Kappa e Lambda.

A cosa servono questi esami

L’Azotemia misura la concentrazione nel sangue dei prodotti di rifiuto dell’organismo contenenti azoto per  verificare il corretto funzionamento dei reni e soprattutto la capacità di questi organi di smaltire adeguatamente l’urea, una sostanza residua che viene prodotta attraverso lo smaltimento delle proteine da parte del fegato.

La Glicemia misura la concentrazione di glucosio nel sangue.  Un eccesso di glucosio, può considerarsi un possibile sintomo di diabete.

La Creatinina è il principale indicatore della funzionalità renale. Un aumento di creatinina nel sangue segnala che i reni non riescono a farla passare nelle urine e quindi non svolgono bene il loro lavoro.
Anche una dieta iperproteica a base di carne può contribuire ad alzare il tasso di creatinina nel sangue.

Il Q.P.E. (quadro proteico elettroforetico), è un esame per rilevare la quantità di proteine presenti nel plasma del sangue e diagnosticare eventuali patologie. Sono cinque le proteine analizzabili attraverso l’elettroforesi: l’albumina, le alfa1 globuline, le alfa 2 globuline, le beta globuline e le gamma globuline.

Le Catene leggere  Kappa e Lambda sono proteine prodotte da cellule immunitarie chiamate plasmacellule. Legate insieme con altre proteine (catene pesanti) formano le Immunoglobuline o anticorpi che neutralizzano alcune minacce per l’organismo come batteri e virus.

Per venire incontro ai nostri pazienti abbiamo elaborato un pacchetto offerta a prezzo speciale degli esami specifici necessari in caso si debba effettuare una Tac o una Risonanza Magnetica con Mezzo di Contrasto.

I contenuti di questo articolo sono pubblicati solo a scopo informativo, pertanto non sostituiscono il parere del medico.

2019 © Copyright - Gestione Centro di Diagnostica Radiologia ed Ecografica srl - P.Iva 01330151216 - C.F. 04386980637 - REA 359055 - Cap.Soc. €224.000,00