Controllo ormoni e anticorpi tiroidei

Controllo ormoni e anticorpi tiroidei

Il controllo degli ormoni e degli anticorpi tiroidei può essere richiesto in caso di sintomi di alterata funzionalità tiroidea, in presenza di un’altra patologia autoimmune e/o nel caso di difficoltà riproduttive che si sospetta essere associate ad autoanticorpi.

Che ruolo svolgono gli ormoni e gli anticorpi tiroidei

La tiroide è una piccola ghiandola, a forma di farfalla posizionata nella regione anteriore del collo.

Gli ormoni primari che la ghiandola produce, la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3), sono di vitale importanza nel regolare il ritmo con cui l’organismo usa l’energia (il metabolismo).

L’organismo sfrutta un sistema a retroazione (feed-back) che utilizza l’ormone stimolante della tiroide (TSH) per attivare e disattivare la produzione ormonale tiroidea e conseguentemente nel mantenere una concentrazione degli ormoni tiroidei stabile nel circolo sanguigno.

Quando gli anticorpi tiroidei interferiscono con questo processo, si possono sviluppare patologie croniche e malattie autoimmuni associate a ipotiroidismo o ipertiroidismo, come il Morbo di Graves o la Tiroidite di Hashimoto.

A cosa serve il controllo degli ormoni e degli anticorpi titoidei

Insieme a quella degli ormoni tiroidei (T3, T4e/o TSH) la determinazione degli anticorpi è richiesta specialmente come supporto alla diagnosi di malattia tiroidea autoimmune e alla diagnosi differenziale rispetto ad altre forme di disfuzioni tiroidee.

Può essere prescritta nel caso di aumentate dimensioni della tiroide (gozzo) o di altri segni e sintomi associati ad alte o basse concentrazioni di ormoni tiroidei.

L’esame degli anticorpi tiroidei può essere richiesto anche nel caso in cui, un paziente con patologia autoimmune non correlata alla tiroide come il lupus eritematoso sistemico, l’artrite reumatoide o l’anemia perniciosa presenti sintomi che suggeriscano un approfondimento della tiroide. Nel corso di queste patologie, l’interessamento  della tiroide può avvenire in qualsiasi momento.

Quando il paziente è in corso di monitoraggio della terapia per un cancro alla tiroide, il test degli anticorpi anti- tireoglobulina può essere usato per determinare se gli anticorpi interferiscano con la misura della concentrazione della tireoglobulina.

Controllo ormoni e anticorpi tiroidei, gli esami inclusi nel pacchetto

• TSH (ormone stimolante la tiroide)
• FT3 e FT4
• ATPO – HTG

ll Centro Igea Sant’Antimo esegue il controllo degli ormoni e degli anticorpi tiroidei a un costo ridotto di € 45.

Perchè si eseguono questi esami

TSH (ormone stimolante la tiroide)

Il TSH, definito anche ormone tireostimolante, ormone tireotropo o tireotropina, è un ormone prodotto dall’ipofisi, una ghiandola posta all’interno del cranio. Il TSH stimola la tiroide a produrre gli ormoni tiroidei, prevalentemente tiroxina (T4) ma anche piccole quantità di triiodiotironina (T3).

La determinazione del TSH viene indicata dal medico per fare screening e supportare la diagnosi di patologie tiroidee, in presenza di sintomatologia caratteristica e/o di un ingrossamento della ghiandola tiroidea, monitorare l’efficacia del protocollo terapeutico in caso di ipotiroidismo o ipertiroidismo.

FT3 e FT4

Se il livello del TSH è anormale, il medico prescriverà un dosaggio della parte libera dell’ormone T3 (tetraiodotironina) e dell’ormone T4 (tiroxina) chiama­ti rispettivamente FT3 (Free T3) e FT4.

La triiodotironina libera (FT3) e la tiroxina libera (FT4) sono ormoni prodotti dalla ghiandola tiroidea e hanno il compito di regolare i processi metabolici del nostro organismo.

Il loro dosaggio permette la diagnosi e il monitoraggio delle alterazioni della funzionalità tiroidea (ipotiroidismo, ipertiroidismo).

La secrezione di FT3 ed FT4 è regolata dall’ormone tireostimolante prodotto dall’ipofisi (TSH). Si intende come “libera” la forma di triiodotironina e tiroxina che non risultano legate alle proteine plasmatiche.

ATPO – HTG

L’esame per il dosaggio degli anticorpi anti-perossidasi tiroidea (ATPO) è l’analisi più importante per riconoscere le malattie autoimmuni della tiroide come la tiroidite di Hashimoto e il morbo di Graves. Questi anticorpi, prodotti per errore dal sistema immunitario, attaccano un enzima presente nelle cellule della tiroide, che ha un ruolo importante nella produzione degli ormoni tiroidei come la tiroxina (T4) e la triiodotironina (T3).

Questo esame è solitamente associato alla ricerca degli anticorpi anti-tireoglobulina (HTG), vale a dire anticorpi che attaccano la tireoglobulina, una proteina che si trova anch’essa nelle cellule della tiroide, dove viene usata per produrre l’ormone tiroideo.

Anche il dosaggio degli anticorpi anti-tireoglobulina viene prescritto in caso di sospetto di patologie autoimmuni della tiroide, ossia condizioni in cui il sistema immunitario attacca per errore proprio la ghiandola.

CONTATTACI

Contattaci per prenotare un Pacchetto e per richiedere maggiori informazioni.

Nota per gli utenti
I contenuti di questa pagina sono pubblicati solo a scopo informativo, pertanto non possono sostituire il parere del medico.

 116 total views,  1 views today

ISO
SSC NAPOLI
PREMIO BUONA SANITA' 2014