Controllo e programmazione del Pacemaker

Il controllo e la programmazione del Pacemaker sono disponibili all’X Ray Center, la sede Igea di Grumo Nevano.
Si eseguono sia in convenzione con il SSN che in regime privato.

La procedura di programmazione del pacemaker viene realizzata una prima volta subito dopo l’impianto del dispositivo che dovrà essere sottoposto a controlli periodici.

Il controllo elettronico del pacemaker è invece una procedura sicura e non invasiva, della durata di circa una decina di minuti, che di solito si esegue una o due volte all’anno.

Verifiche più frequenti possono rendersi necessarie nei casi in cui vi sia un malfunzionamento dell’apparecchio o se la batteria sia prossima a scaricarsi.

A cosa serve il controllo e la programmazione del pacemaker

Programmazione del Pacemaker

La programmazione del Pacemaker è una specifica procedura, realizzata immediatamente dopo l’impianto dell’apparecchio, attraverso l’utilizzo di uno strumento computerizzato, che serve a determinare il futuro funzionamento del dispositivo.

In base a come verrà programmato, infatti, il pacemaker potrà ad esempio attivarsi in modo continuo oppure al bisogno.

Esistono specifiche tipologie di programmazioni, definite “rate-responsive” (ovvero a risposta in frequenza), grazie alle quali il pacemaker è in grado di auto-programmarsi tenendo conto dei cambiamenti fisiologici dell’individuo (durante determinati momenti, come, ad esempio, l’esercizio fisico).

Controllo del Pacemaker

Il controllo elettronico del pacemaker è una procedura indolore e non invasiva che può essere effettuata anche ambulatorialmente e serve a verificare se il dispositivo impiantato stia funzionando correttamente.

Il cardiologo posiziona sul torace del paziente una sonda collegata al monitor di un particolare computer – definito “programmatore” – su cui tutte le informazioni verranno visualizzate e poi memorizzate.

Tramite questa operazione il medico potrà analizzare le condizioni del dispositivo, ad esempio le sue caratteristiche elettriche o lo stato della batteria ma anche quelle del paziente (venendo a conoscenza, se presenti, di possibili aritmie).

Quando parliamo di pacemaker, infatti, ci riferiamo ad un generatore di impulsi elettrici a bassa energia, costituito da un insieme di circuiti, che ha la capacità di controllare il battito cardiaco intervenendo con la produzione di un impulso elettrico ogni volta che la frequenza dovesse abbassarsi oltre i la soglia di programmazione stabilita.

Ogni volta che si esegue un controllo si effettua anche un’ispezione della tasca in cui è posizionato, per escludere condizioni patologiche concomitanti come infezioni, decubiti o altro.

Chi esegue il controllo del pacemaker

All’ X-Ray Center il controllo periodico del pacemaker viene eseguito rigorosamente da personale medico e da operatori sanitari specializzati che conoscono sia i programmatori che gli apparecchi impiantati.

Il controllo periodico del pacemaker al Gruppo Igea

Il controllo e la programmazione del Pacemaker si eseguono presso l’X-Ray Center, la sede Igea di Grumo Nevano.

Codici per la prescrizione dell’esame

L’impegnativa del medico curante dovrà riportare la seguente dicitura:
89 481.001 – Controllo e Programmazione del Pacemaker

Contattaci

Per informazioni e prenotazioni chiama il Centro Igea

Nota per gli utenti
I contenuti di questa pagina sono pubblicati solo a scopo informativo, pertanto non possono sostituire il parere del medico.

 88 total views,  2 views today

ISO
SSC NAPOLI
PREMIO BUONA SANITA' 2014