Colonscopia con sedazione

Informazioni sulla Colonscopia con sedazione

La Colonscopia è una procedura endoscopica che permette di osservare la parte interna del colon e del retto e di esplorare le pareti dell’intestino crasso. Forma, decorso, calibro e colore delle viscere vengono analizzati tramite l’introduzione nel canale anale di un piccolo tubo flessibile (sonda) collegato a una fonte di luce e munito di microcamera. Lo strumento impiegato per effettuare quest’esame è un fibroendoscopio specifico per l’organo in questione, chiamato colonscopio.

A cosa serve la Colonscopia

È un esame finalizzato all’osservazione, alla valutazione e alla diagnosi di eventuali disturbi presenti, come stitichezza o diarrea ricorrenti o perdite di sangue. La sua utilità diagnostica è fondamentale anche per rilevare diverse problematiche come uno stato infiammatorio dei tessuti, lesioni, diverticoli, polipi, occlusioni, malattie infiammatorie intestinali ed eventuali neoplasie maligne o benigne.
Durante la Colonscopia, è possibile anche prelevare tessuti sospetti da sottoporre a biopsia o asportare gli eventuali polipi.

Colonscopia con sedazione: nessuna ansia per il paziente

Questo esame diagnostico è molto temuto dai pazienti, per la paura del dolore e dei fastidi che provoca, ma è uno strumento fondamentale per l’individuazione delle cause di disturbi dell’intestino.

Gli strumenti utilizzati per l’indagine sono molto sottili, flessibili e lubrificati in modo da arrecare il minor fastidio possibile. Solo nei casi in cui occorra dilatare tratti intestinali ristretti, insufflando aria o per superare le curvature del viscere, la procedura può risultare un po’ fastidiosa.

Per migliorare l’esperienza della Colonscopia e rispondere alle richieste dei pazienti abbiamo scelto di effettuare l’esame in sedazione cosciente. Questa semplice procedura permette di evitare fastidi e di effettuare l’esame senza dolore e senza stress o di essere già pronti, qualora si renda necessaria una biopsia. Infatti, è possibile effettuare, sul momento, il prelievo di frammenti della mucosa in maniera assolutamente indolore, di tamponare eventuali sanguinamenti e di eliminare eventuali piccole lesioni.

Come si effettua la Colonscopia

Per affrontare questo esame diagnostico in modo sereno e tranquillo, e per una buona riuscita dell’indagine, è importante sapere come si svolgerà la procedura.

colonscopia-con-sedazione-igea-s.antimo


Generalmente, il paziente viene invitato a sdraiarsi sul fianco sinistro con le cosce flesse sul bacino e le ginocchia piegate. 

Poi si inserisce nell’ano il colonscopio che viene introdotto lentamente lungo l’intestino e gonfiato con anidride carbonica per facilitare la visualizzazione delle pareti intestinali.

Il colonscopio-sonda trasmette tramite una piccola telecamera le immagini interne che vengono esaminate dal medico. Anche se la sonda è di diametro contenuto (circa un dito), è possibile introdurre, se ce ne fosse bisogno, gli speciali attrezzi chirurgici necessari ad eseguire un’eventuale biopsia e ad asportare un polipo o i frammenti di tessuto per un controllo più approfondito.

La sedazione durante la Colonscopia

La sedo-analgesia o sedazione cosciente, consiste nella somministrazione di analgesici e ansiolitici, generalmente somministrati dal medico gastroenterologo. Questa procedura consente di rendere l’esame più confortevole ed aumentare la collaborazione del paziente che, leggermente sedato, resta cooperativo agli stimoli  e ai comandi verbali.

Chi può sottoporsi ad un esame endoscopico in sedazione

La sedazione può essere somministrata in modo sicuro praticamente a tutti i pazienti, anche se presentano patologie associate.

Quanto dura una Colonscopia

L’esame può durare circa 15-30 minuti ma può essere prolungato nel caso si richiedano interventi particolari. Terminata la Colonscopia, il medico informerà il paziente sull’esito dell’esame. In caso di eventuali prelievi di tessuti o di asportazione di polipi, bisognerà attendere le modalità di consegna del referto dopo il relativo test istologico.

Effetti collaterali della Colonscopia

Dopo un esame endoscopico, è possibile avvertire disturbi, solitamente lievi, che si risolvono da soli ed in breve tempo. Potrebbe presentarsi un leggero gonfiore addominale, dovuto all’aria insufflata, che si risolve nell’arco di alcune ore.

Nel caso sia stata eseguita una biopsia, il paziente dovrà seguire le indicazioni del medico. Se l’esame è stato eseguito in sedazione, per le 24 ore successive è assolutamente necessario astenersi dalla guida e dall’uso di macchinari o impegnarsi in altre attività che richiedano un importante stato di attenzione e piena lucidità.

Si potrà tornare alle proprie abitudini alimentari dopo una breve dieta, così come all’assunzione dei farmaci che erano stati eventualmente sospesi, secondo i tempi indicati dal medico.

Se nelle ore successive dovessero sopraggiungere dolori addominali, vomito ripetuto, febbre, o si notasse una grande quantità di sangue nelle feci, o persistenza di sanguinamento per più giorni, è importante contattare immediatamente il medico o l’ospedale più vicino.

La Colonscopia con sedazione al Centro Igea a Napoli

La Colonscopia con sedazione viene eseguita presso il Centro Igea Sant’Antimo.

Preparazione alla Colonscopia con sedazione

Prima di effettuare la Colonscopia sarà necessario seguire una procedura di preparazione all’esame.

Inoltre, i pazienti allergici, dovranno praticare una terapia desensibilizzante preventiva.

Tutte le informazioni e le indicazioni da seguire saranno comunque fornite al paziente in fase di prenotazione dal nostro Personale addetto.

Scarica i moduli informativi per la preparazione alla Colonscopia con sedazione

Modulo informativo per la preparazione alla Colonscopia con sedazione

Esami richiesti per l’esecuzione della Colonscopia

Terapia desensibilizzante per pazienti allergici da praticare prima dell’esame

Contattaci

Per informazioni e prenotazioni chiama il Centro Igea

 1,306 total views,  28 views today

ISO
SSC NAPOLI
PREMIO BUONA SANITA' 2014