Risonanza Magnetica Cardiaca

Informazioni sulla Risonanza Magnetica Cardiaca

La Cardio RM (Risonanza Magnetica Cardiaca) valuta complessivamente sia l’anatomia sia la funzionalità del cuore, ottenendo importanti informazioni anche sulla sua struttura e vitalità, a differenza della TAC coronarica, che è indicata per lo studio dell’anatomia del circolo coronarico. Con la RM Cardiaca, la ricostruzione tridimensionale del cuore e dei suoi apparati permette un vero e proprio viaggio virtuale nell’apparato cardiovascolare.

Il Centro Igea a Sant’Antimo esegue la Cardio RM con mezzo di contrasto, in convenzione con il SSN.

Cos’è la Risonanza Magnetica Cardiaca

La Cardio RM, come le altre risonanze, è un esame non invasivo che non utilizza radiazioni ionizzanti o sostanze radioattive. Il Centro Igea Sant’Antimo dispone dell’apposita apparecchiatura che permette di condurre la risonanza magnetica 1,5 Tesla.

A cosa serve la Cardio RM

Lo studio effettuato con la Risonanza Magnetica consente di vedere e studiare in modo approfondito il cuore in movimento durante l’intero ciclo cardiaco e verificarne quindi lo stato di salute dinamico e non semplicemente statico. In questo modo è possibile dare una risposta precisa sulla sua funzionalità e sulle eventuali alterazioni della struttura anatomica del muscolo cardiaco e del pericardio, la sottile membrana che circonda, sostiene e protegge il cuore.

Diagnosi delle patologie del cuore da Igea S. Antimo a Napoli

La funzione principale del cuore consiste nel pompare il sangue in tutto l’organismo, trasportando l’ossigeno e i diversi nutrienti a tutte le cellule dell’organismo. Le cellule restituiscono al cuore l’anidride carbonica e le sostanze di scarto perché vengano eliminate. Il sistema di vene e arterie che irrorano il tessuto cardiaco, ne garantiscono l’ossigenazione.
La RM cardiaca è in grado di valutare le diverse malattie o disturbi che possono danneggiare il cuore, diminuirne la funzionalità e alterarne la capacità di pompare il sangue ossigenato nei vasi sanguigni e negli organi.

Le principali patologie che possono essere diagnosticate con la RM sono:

  • sospetta miocardite;
  • studio delle cardiomiopatie e scompenso cardiaco;
  • valutazione di vitalità ed ischemia nella cardiopatia ischemica;
  • cardiopatie congenite;
  • malattie dell’aorta;
  • masse cardiache;
  • malattie del pericardio;
  • valvulopatie.

La Cardio RM, grazie al mezzo di contrasto, consente di visualizzare la presenza di danni strutturali del cuore, come un infarto, una miocardite, un’infiammazione del pericardio, etc., sia che il danno sia recente che lontano nel tempo.

Diagnosi delle patologie del pericardio

Il pericardio è costituito da due strati, uno più esterno e uno più interno. Tra questi due strati è contenuto il liquido pericardico. Se questo liquido aumenta di volume, può comprimere il cuore. Questo disturbo si chiama tamponamento cardiaco e può essere provocato da un’infezione, da un trauma al torace, a seguito di un intervento chirurgico al cuore, per un aneurisma dell’aorta ecc. La Cardio RM ci permette di vedere il pericardio e se sono presenti eventuali cambiamenti anatomici che possano indicare un versamento pericardico, cioè un aumento del liquido in esso contenuto.

Questa situazione clinica può mettere in pericolo la vita del paziente perché, di fatto, il cuore non è più in grado di pompare una quantità adeguata di sangue in tutto il corpo.

Diagnosi delle patologie delle valvole cardiache

Il cuore ha quattro valvole che fanno in modo che il sangue scorra nella direzione giusta. Se queste valvole non si aprono più a sufficienza rallentano il normale flusso del sangue, mentre, se non si chiudono più bene, il sangue rifluisce nel cuore. Queste patologie che colpiscono le valvole cardiache possono essere causate da difetti congeniti oppure acquisiti nel corso della vita come infiammazioni reumatiche o batteriche, traumi o malattie del muscolo cardiaco e dei vasi, ischemie e infarti, oppure la degenerazione delle valvole, come, ad esempio, l’aterosclerosi, può essere dovuta all’invecchiamento o a cattive abitudini quali fumo, vita sedentaria e alimentazione non equilibrata.

Come si esegue la RM Cardiaca da Igea S. Antimo a Napoli

Prima dell’esame
Per prepararsi alla Cardio RM non è necessario seguire una procedura particolare. Tutti gli oggetti metallici rimovibili vanno lasciati fuori dalla stanza in cui si effettuerà l’esame, come gioielli o occhiali compresi anche apparecchi acustici e dispositivi protesici. La risonanza magnetica potrebbe danneggiare anche le carte di credito. Si prega di informare il medico qualora il paziente disponga di impianti metallici, come ad esempio pacemaker, clip per aneurisma, apparecchiature per l’elettrostimolazione dei nervi e stent vascolari.

Come si svolge l’esame
Il paziente viene fatto sdraiare supino sul lettino dell’apparecchio RM. Gli saranno applicati degli elettrodi adesivi simili a quelli utilizzati per l’elettrocardiogramma. Questi elettrodi serviranno a monitorare il ritmo cardiaco durante l’esame.

Il mezzo di contrasto
L’infermiere predisporrà un accesso venoso sul braccio del paziente per iniettare il mezzo di contrasto attraverso un catetere. Il mezzo di contrasto verrà introdotto all’incirca a metà dell’esame perché lo studio del cuore prevede, inizialmente, l’acquisizione di una serie di immagini senza contrasto, per delineare le componenti tissutali della lesione, integrate dalle acquisizioni dopo somministrazione di MDC per via endovenosa.

Al paziente saranno fornite delle cuffie per ridurre il rumore prodotto dalla macchina durante l’esame, poi il lettino sarà introdotto in un largo tubo cilindrico dove sono presenti i campi magnetici necessari a ottenere l’immagine.

La collaborazione del paziente
Questo esame necessita di una certa collaborazione del paziente che dovrà trattenere il fiato per circa 10-20 secondi quando richiesto dal tecnico radiologo. Questo servirà a non confondere il movimento cardiaco con quello respiratorio durante l’acquisizione delle sequenze.

È fondamentale che il paziente rimanga immobile durante l’esame per non compromettere la qualità delle immagini ottenute.

Quanto dura la Cardio RM

La procedura dura, a seconda dei casi, da 30 a 60 minuti.

Il mezzo di contrasto (MDC)

I mezzi di contrasto (MDC) sono delle sostanze impiegate in diagnostica per immagini, in radiologia e in RM, per rendere meglio visibili alcune strutture del corpo umano. Il mezzo di contrasto utilizzato nella Risonanza Magnetica è diverso da quello degli esami radiologici che impiegano radiazioni ionizzanti. Si utilizza infatti un elemento raro, il gadolinio. Le reazioni da ipersensibilità a questo elemento sono rare e generalmente lievi.

Terminato l’esame, il mezzo di contrasto sarà eliminato attraverso le urine in meno di 24 ore.

Controindicazioni alla Cardio RM con MDC

La situazione clinica di alcune persone può costituire una controindicazione rispetto alla Risonanza Magnetica. Ci riferiamo, in particolare, a soggetti portatori di:

  • Pacemaker;
  • Neurostimolatori;
  • Pompe inserite nel corpo per il rilascio di chemioterapici in ambito oncologico;
  • Elementi metallici dotati di magnetismo;
  • Protesi all’orecchio interno.

Altre controindicazioni a quest’esame, in particolare al mezzo di contrasto, sono le allergie specifiche o una grave insufficienza renale o epatica. Per questo motivo, sarà richiesto un semplice prelievo del sangue. Inoltre, in caso di soggetti allergici, saranno prescritti dei farmaci desensibilizzanti da assumere qualche giorno prima dell’esame.

La Risonanza Magnetica con contrasto è controindicata in gravidanza e allattamento, tranne in casi particolari accertati in cui sia più rischiosa l’astensione rispetto all’esecuzione.

Al di là di queste situazioni, la Risonanza Magnetica è una metodica sicura che può essere applicata a qualsiasi soggetto.

Effetti collaterali della Cardio RM

La Risonanza Magnetica Cardiaca è un esame sicuro e poco invasivo che non comporta effetti collaterali, e consente di ritornare alle proprie attività subito dopo averlo eseguito.

La Cardio RM al Centro Igea a Napoli

La RM Cardiaca è disponibile presso le sedi del Gruppo Igea, il Centro Igea a Sant’Antimo e l’X-Ray Center a Grumo Nevano.

Preparazione alla Cardio RM

Prima di effettuare la RM Cardiaca sarà necessario seguire una procedura di preparazione all’esame e, nel caso in cui sia previsto il Mezzo di Contrasto, alcuni prelievi ematici.

Inoltre, i pazienti allergici, dovranno praticare una terapia desensibilizzante preventiva.

Tutte le informazioni e le indicazioni da seguire saranno comunque fornite al paziente in fase di prenotazione dal nostro Personale addetto.

Scarica i moduli informativi per la preparazione alla Cardio RM

Modulo informativo per la preparazione alla Cardio RM

Esami richiesti per l’esecuzione di TC o RMN con mezzo di contrasto

Terapia desensibilizzante per pazienti allergici da praticare prima dell’esame

Codici per la prescrizione dell’esame

L’impegnativa del medico curante dovrà riportare le seguenti 4 diciture (su una singola ricetta):

88925.001 – Cine RM del cuore
88924.001 – RM del cuore con MDC
88921.001 – RM torace con MDC
889222.001 – Angio RM distretto toracico

Contattaci

Per informazioni e prenotazioni chiama il Centro Igea

ISO
SSC NAPOLI
PREMIO BUONA SANITA' 2014